Sicily News - Newsmagazine Siciliano
cerca in:
 

    NEWS DALLA SICILIA

       · Cronaca (213)
       · Cultura (203)
       · Economia (15)
       · Elezioni (34)
       · Feste e Sagre (116)
       · Gastronomia (70)
       · Internet (19)
       · Lavoro (10)
       · Movida Siciliana (100)
       · Musica (1)
       · Politica (4)
       · Racconti Siciliani (5)
       · Scienza (2)
       · Spettacolo (100)
       · Sport (21)
       · Tecnologie (6)
       · Turismo (117)


    EVENTI IN SICILIA

       · Arte (0)
       · Cinema (0)
       · Concorsi Fotografici (0)
       · Cultura (0)
       · Danza (0)
       · Eventi Fotografici (0)
       · Feste e Sagre (0)
       · Fiere (0)
       · Gastronomia (0)
       · Meeting e Congressi (0)
       · Mostre Fotografiche (0)
       · Movida Siciliana (0)
       · Musica (0)
       · Sport (0)
       · Teatro e Cabaret (0)


    PROGRAMMAZIONE CINEMA
    DELLA PROVINCIA DI:

       · Agrigento
       · Caltanissetta
       · Catania
       · Enna
       · Messina
       · Palermo
       · Ragusa
       · Siracusa
       · Trapani

Home Page - Sicily News - Newsmagazine SicilianoNewsEventiCinemaLe news più letteAggiungi un articolo o una news
[ leggi i commenti a questa news (2) | commenta questa news ]

MODICA, RAGUSA, SCICLI ... LA NUOVA INGHILTERRA

Duomo di San Giorgio Modica - Foto Luigi NifosìE' lontana. Per raggiungerla bisogna attraversare un'Isola grande, scavalcare montagne, scendere giù scendere sempre più giù fino a quando si scivola cosi in basso che sei sotto la punta dell’Africa.

Guardi la carta geografica e scopri che Tunisi è a nord. Guardi la campagna e tra i muretti di pietra si inseguono ulivi e carrubi. Fanno ombra alle masserie, ai casali, alle ville patrizie.

Masseria degli Iblei - Foto di Pino IaconoNon c’è neanche un metro di autostrada là in questo paesaggio antico, tanto distante dalle superbie di Palermo capitale, natura estrema per i colori, per la sua luce.

Da una parte sale il profumo del mare, dall’altra ci sono città ricostruite magnifiche dopo un terremoto di tre secoli fa. Dietro una curva, all’improvviso, appare la vecchia Ibla con il suo barocco. E' lontana l’altra Sicilia. Quella che gli inglesi stanno per invadere. E’ il momento del Ragusashire.

Sampieri - Foto di Giambattista ScivolettoLasciata sola la in fondo, quasi staccata, ignorata per la sua diversità, in quest’altra isola dove non c’è mai stato il feudo e i contadini erano ricchi già trent’anni fa con i loro pomodori e le loro melanzane coltivate in serra, Londra va alla ricerca di un nuovo paradiso, e di investimenti.

Sampieri - Foto di Pino IaconoDalle rive del Tamigi chiedono ruderi da restaurare in mezzo alle cave, cercano tre stanze e un balcone con vista su duomi settecenteschi, sono a caccia di sontuose tenute o anche solo di piccole costruzioni nascoste tra i borghi marinari. E già comprano, gli inglesi. A Ragusa. A Scicli. A Modica e a Sampieri ... Qualche mese fa il Daily Telegraph ha dedicato la copertina del suo inserto Property proprio alla provincia ragusana e alle opportunità del suo mercato immobiliare, da quel giorno le agenzie locali ricevono una tempesta di richieste.

I prezzi per ora sono ancora molto bassi, bassissimi a confronto del Chianti o di altri “luoghi” della bella Italia. Da 350 euro a metro quadro a 900 per un appartamento da ristrutturare in un centro storico, da 1100 fino al 1400 per una fattoria da risistemare. Si superano 2000 euro al metro quadra per le dimore nobiliari. E' la “scoperta” di Ragusa, è la febbre britannica per il mattone firmato barocco.

II boom delle agenzie

Sampieri - Foto di Luigi NifosìFino a qualche anno fa erano una ventina a vendere case, oggi sono più di cinquanta. Ci sono tre agenzie solo intorno a quella di Giovanni Gulino, che è anche il presidente degli immobiliaristi della provincia e il vicepresidente della categoria per il Meridione. Racconta Lui, che sta trattando proprio in questi giorni 1’acquisto di un casale rincorso da un illustre professore universitario londinese: “Gli inglesi vengono, si innamorano e poi tornano per acquistare, perlustrano il territorio, sono attentissimi, è un’elite che sceglie con cura”. Molti scendono direttamente dall’Inghilterra, altri risalgono da Malta con il catamarano che in meno di un paio d’ore li scarica al porto di Pozzallo. Tutti trovano quello che cercano. Cattedrali bianche incastrate nelle piazze, palazzi monumentali, scalinate, vicoli, chiostri, sculture, un tripudio di capitelli, un’architettura che stordisce e poi quella campagna dolce, quel mare color pastello.

Ricorda ancora il presidente degli agenti immobiliari: "E' stata la tivù con gli sceneggiati del commissario Montalbano di Camilleri, ambientati qui nell’immaginaria Vigata, che ci ha fatto conoscere all’Italia e all’Europa. Poi l’Unesco ha inserito Ragusa e Modica e Scicli tra i siti patrimonio dell’umanità. E poi ancora c’è un altro segreto... ".

Dell’altro segreto parlò per la prima volta e tanto tempo fa Leonardo Sciascia, che da queste parti veniva a trovare il suo amico Gesualdo Bufalino. A Comiso, che è appena a una ventina di chilometri dal trionfo del barocco. Sciascia scriveva di Ragusa e delle sue contrade come della provincia “babba”, che in siciliano vuol dire non maliziosa, non cattiva, La Sicilia senza mafia. E' sempre stata così, lontana anche dal veleno che sprigiona l’isola che sta a occidente, estranea a quella cultura, a quella violenza.

Un’altra storia. E' diventata opulenta. Forzieri pieni e tante case. In alcuni paesi sono più quelle che gli abitanti. In molti, di proprietà ne hanno tre: una in città, una in campagna, un’altra al mare. "Siamo pronti per vendere o per affittare, abbiamo un parco alloggi notevole e soprattutto di grande pregio", promettono Carolina Carnemolla e Salvatore Di Maria, architetti, agenti immobiliari anche loro e alla guida di una cooperativa turistica che aspetta la nuova ondata da Londra.

La calata degli inglesi è cominciata nell’autunno scorso. Dopo la fase magica della Toscana, altri pionieri del turismo di qualità hanno cambiato rotta. E sono arrivati qui, Un pò per l’incanto della Sicilia più sconosciuta e un po’ per quel prezzi cosi invitanti. II Ragusano è un approdo che piace. A uomini d’affari, avvocati, editori, attori, giornalisti. Una Siciliana di Vittoria trapiantata a Londra restaura e poi propone case per tutte le voglie, ha una mappa completa degli immobili di valore architettonico e offre assistenza per il soggiorno: trasporti, lavori domestici, itinerari guidati. Si chiama Raffaella D’Andrea e la sua Sunway srl è stata la prima agenzia a svelare Ragusa oltre la Manica. Nel Chiantishire oramai ci sono solo inglesi, escono e si vedono tra di loro, il mercato è saturo. "In Spagna c'è una fascia media che compra per vivere al caldo, ma le classi alte adesso hanno scelto noi", spiega Duccio Gennaro, vicepreside che insegna proprio inglese in un liceo intitolato a Tommaso Campailla, medico e Letterato modicano del ‘700 che il filosofo George Berkeley volle incontrare per i suoi studi cartesiani, il primo innesto di un processo virtuoso tra l’Inghilterra e questa Sicilia.

Rifatta come un palcoscenico

Modica Alta - Foto di Giambattista ScivolettoRasa al suolo dallo spaventoso terremoto del 1693 e rifatta dai potenti del tempo come un palcoscenico, Ragusa si è goduta sempre la sua separazione dall’isola. Gelosa delle sue intimità e toccata anche dalla buona sorte. Prima i semi di carrubo li davano in pasto ai muli e ai cavalli, oggi quella distesa di alberi che crescono sulla schiena delle colline più impervie si è trasformata in un piccolo tesoro. La farina dei semi è il collante naturale di molti alimenti, dei gelati, degli yogurt, del rossetti, del latte in polvere.

Ciccio Sultano e Angelo Di StefanoCapolavori di pietra e terra generosa. E grandi interpreti in cucina. Come Ciccio Sultano, patron e chef del Duomo, per il Gambero rosso "il miglior cuoco emergente d’Italia", citato su tutte le guide grand gourmet. Serve i suoi piatti proprio alle spalle della cattedrale. Anche lui orgoglioso di essere ragusano: "Mi hanno più volte offerto di trasferirmi altrove, al massimo posso spostarmi 50 metri da qui". Il sale se lo fa portare da Trapani, il maialino è quello nero dei Nebrodi, il pistacchio di Bronte, l’olio di Chiaramonte Gulfi, il formaggio è il dop che viene dai pascoli intorno. Nel Ragusashire il vino è buono. Raffinatissima la pasticceria.

Dal barocco di Ibla a quello di Modica, antica La rivalità tra le due città, entrambe sotto amministrazione di Siracusa fino a quando il Duce — nel 1927 — elesse Ragusa a provincia. Qualcuno sostiene che riferirono a Mussolini di Modica come di un covo di socialisti, altri preferiscono ricordare le sue smanie e la provocante moglie brasiliana del deputato fascista Filippo Pennevaria, lo sponsor di Ragusa capoluogo. Comunque sia andata, i risentimenti sono rimasti.

E in questa Sicilia dove si paria un dialetto molto particolare,dove le ”h” non esistono e chiave si dice "ciave", chiodo si dice "ciovo", per le strade si sente spesso ancora ripetere la battuta: "A Ragusa provincia e a Modica sta’ mincia". Una spacconata ragusana che forse nasconde un ancestrale senso di inferiorità, Modica era uno stato nello stato, era "regnum in regno" con quella sua contea che dalla fine del 1200 arrivava "alle porte di Palermo". E a M¬dica che è nato anche Salvatore Quasimodo, in fondo a un vicolo tra i palazzi più eleganti, facciate di pietra bianca e pavimenti di pietra nera dell’Etna. E a Modica ha insegnato Gesualdo Bufalino, esperienza richiamata alla memoria nell’incipit di Argo e il cieco, uno dei suoi libri più belli: "Fui giovane e felice un’estate, nel ‘51. Ne prima ne dopo: quell’estate. E forse fu grazia del luogo dove abitavo, un paese in figura di melagrana spaccata". Era Modica.

II cioccolato degli aztechi

Pierpaolo e Franco Ruta insieme al giornalista Paolo BrosioGli inglesi sono anche qui. Cercano e comprano nel quartiere Cartellone, l’ex ghetto ebraico dove qualche giorno prima che Colombo scoprisse l’America ci fu un massacro, uomini e donne e bambini, quattrocento ne uccisero il 22 settembre del 1492. Rione abbandonato per anni, dove le scalinate si arrampicano verso il cielo. Poi Franco Ruta prese casa lì e tutti lo seguirono. Franco Ruta è un uomo speciale. Suo nonno materno era Francesco Bonajuto e faceva un cioccolato come la facevano gli aztechi. E anche lui fa quella stesso cioccolata. Ricetta tramandata nell’antica contea dl Modica dalle famiglie dominanti spagnole, i conquistadores che tornavano dal Messico.

Pasta di cacao lavorata a freddo, in bocca si distinguono prima i granelli dolci dello zucchero e poi l’amaro. La sua bottega è un santuario dove italiani e stranieri fanno pellegrinaggio. Dopo Franco, tutti a Modica hanno prodotto il suo cioccolato. Ne vendono ogni anno più un milione di pezzi. Alla cannella. Alla vaniglia. Al peperoncino. E' un altro grande affare, un’altra ricchezza per questi siciliani che non sembrano neanche siciliani. Un cliente di Franco Ruta era Leonardo Sciascia. Quando lo provò per la prima volta mi confidò che aveva trovato qualcosa di simile in un piccolo pueblo spagnolo vicino ad Alicante, ricorda Franco. In Sicilia, quel cioccolato puro è tradizione solo entro i confini di Modica. Ora Ruta lo vende però anche a Londra. E Juan Isgri che glielo piazza. Confessa juan, un ragazzo mezzo catanese e mezzo argentino: In Inghilterra commercializzo prodotti regionali, ma a farmi conoscere il cioccolato di Modica paradossalmente è stato un inglese. L’ho incontrato in un mercato londinese e mi ha detto che nella nostra isola aveva assaporato il segreto amaro degli aztechi.

L’ultimo barocco del Ragusashire è a Scicli. Tra gli ulivi e le lunghe spiagge vive il pittore delle linee della terra e del mare, quello che per Tahar Ben Jalloun ha il talento di saperci comunicare le sue prime emozioni che sono mediterranee. Un altro grande della provincia siciliana più lontana, il maestro Piero Guccione.

ANNUNCI IMMOBILIARI IN SICILIA

Acquista e Vendi case in Sicilia

ALLOGGIARE IN PROVINCIA DI RAGUSA

Bed and Breakfast e Case Vacanza
Agriturismo, Ville e Casali
Hotel e Residence
Villaggi Turistici
Camping

LINK:

Ristorante Duomo
Antica Dolceria Bonajuto


di Attilio Bolzoni
Fonte: La Repubblica

News inserita il 18/03/2005 da Redazione Siciliano.it
nella categoria Turismo
Sei il lettore numero 24566 di questa news o articolo


[ leggi i commenti a questa news (2) | commenta questa news ]

Cronaca | Cultura | Economia | Elezioni | Feste e Sagre | Gastronomia | Internet | Lavoro | Movida Siciliana | Musica | Politica | Racconti Siciliani | Scienza | Spettacolo | Sport | Tecnologie | Turismo |



Le Ultime News

SPECIALE CAPODANNO 2013: TUTTI GLI EVENTI DELLA NOTTE DI CAPODANNO, CON CENONE, DISCOTECA, PERNOTTAMENTO, LE FESTE TRA CATANIA, SIRACUSA, TAORMINA...

SPECIALE PONTE DEL PRIMO MAGGIO 2012 NEI VILLAGGI TURISTICI DI SICILIA: RELAX, BENESSERE, E DIVERTIMENTO, EVENTI GIOVANILI CON ANIMAZIONI, SPORT, E SERATE IN DISCOTECA.

SPECIALE CAPODANNO 2012: COSA FARE LA NOTTE DI CAPODANNO? ECCOVI TUTTI I CENONI CON VEGLIONE DOPOCENA, E DISCOTECA FINO ALL'ALBA, LE FESTE TRA CATANIA, SIRACUSA, TAORMINA...

SPECIALE VACANZE E PONTI DI PRIMAVERA (25 Aprile - 1 Maggio - 2 Giugno) NEI VILLAGGI TURISTICI DI SICILIA, TUTTI GLI EVENTI CON FORTE TRAINO GIOVANILE

SPECIALE 8 MARZO 2011: FESTA DELLA DONNA & CHIUSURA CARNEVALE, TUTTO IN UNA NOTTE. GLI EVENTI CON CENA, STREEPTEASE MASCHILE, E DISCO PARTY DI CARNEVALE DOPO LA MEZZANOTTE.

BORGES, VIAGGIO NELLA SICILIA DEL MITO

Inaugurazione della mostra di Elide Triolo Il primo gradino

SPECIALE NOTTE DI FERRAGOSTO 2010, TUTTI GLI EVENTI IN SPIAGGIA O A BORDO PISCINA DA VIVERE IN COMPAGNIA, TRA CATANIA E TAORMINA

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI TANGO DELLA SICILIA - dal 10 al 16 agosto

Turismo - La Sicilia protesta

   
Limitazione di responsabilità - Con riferimento ai documenti disponibili su questo servizio, nè Studio Scivoletto, nè i suoi dipendenti forniscono alcuna garanzia, implicita o esplicita, nè si assumono alcuna responsabilità legale riguardante l'accuratezza, la completezza o l'utilità di tali informazioni. Studio Scivoletto declina ogni responsabilità per tali contenuti o per il loro uso.

Note legali, Cookie Policy e Privacy - 01194800882 - Realizzazione: Studio Scivoletto